Inaugurata ad Ascoli la Sezione Primavera ‘Piccolo Picchio’

Print Friendly, PDF & Email

«Collocate idealmente tra nido e scuola dell’infanzia, le Sezioni Primavera consentono ai bambini e alle bambine dai 24 ai 36 mesi e alle loro famiglie di usufruire di un ponte importante tra l’ambiente domestico e la scuola dell’infanzia e costituiscono un progetto con una grande rilevanza sociale ed educativa.»

Così il sindaco Guido Castelli che è intervenuto questa mattina all’inaugurazione della Sezione Primavera ‘Piccolo Picchio’ dell’Istituto Scolastico Comprensivo Borgo Solestà – Cantalamessa presso la scuola dell’Infanzia Collodi di Ascoli Piceno.
La sezione primavera è un servizio socio educativo, nato allo scopo di agevolare le famiglie in difficoltà, con bambini che non trovavano posto al nido. Si propone perciò, come risposta ad un problema sociale importante.

Inaugurazione Sezione Primavera Piccolo Picchio

«Si tratta di un’ulteriore offerta – ha commentato il sindaco Castelli – rivolta a quelle famiglie che hanno bambini di età inferiore ai tre anni. Da quest’anno tutto gli ISC (Istituti Scolastici Comprensivi) del comprensorio saranno provvisti di Sezioni Primavera. Questa che abbiamo inaugurato stamane è la prima. Seguirà l’Isc. Don Giussani presso il plesso di Marino del Tronto e l’Isc Luciani San Filippo. Questo anche grazie alla sinergia posta in essere tra l’Amministrazione Comunale e le Direzioni Didattiche partecipando al bando regionale per la realizzazione, appunto, di queste Sezioni Primavera.
Il progetto rappresenta un importante traguardo per la Città e per la scuola che arricchisce la sua offerta formativa e soprattutto una risposta all’esigenza espressa da molte famiglie che per motivi di residenza o di lavoro gravitano nel quartiere di Porta Cappuccina o zone limitrofe.»

I bimbi del “Piccolo Picchio” hanno a disposizione una splendida aula, un refettorio e una stanza per il riposo a loro dedicati oltre che salone, giardino e servizi igienici da condividere con gli alunni della scuola dell’infanzia insieme ai quali svolgeranno anche delle attività didattiche in continuità.
La sezione, che può accogliere fino a 20 bambini, ha attualmente 16 iscritti e le attività si protrarranno fino al 30 giugno con la possibilità, se ci sarà richiesta, di continuarle anche nel mese di luglio.
Il costo mensile a carico della famiglia è di € 120,00.
Educatrici professionali ed assistenti sono forniti dalla Cooperativa Pagefha, che gestisce altri servizi per l’infanzia nella provincia.

Rispondi