“Teatrando 2014” – rassegna teatrale dei Centri Diurni per disabili

Print Friendly, PDF & Email

Mercoledì 16 aprile alle ore 20:30 presso il Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno si terrà la rassegna teatrale dei Centri Diurni per disabili “Teatrando 2014”. Il costo del biglietto è di 7,00 €.
Thumb_Sipario

Parteciperanno:

  • Centro Socio-Educativo Riabilitativo “Il Colibrì”
    Assessorato alle Politiche Sociali – Comune di Ascoli Piceno
    Cooperativa Sociale Pa.Ge.F.Ha. onlus di Ascoli Piceno
    Titolo: “Fiori”
    Fiori non è semplicemente una performance, è un contenitore all’interno del quale ciascun allievo è stato invitato ad esprimersi, a trovare una propria collocazione, a relazionarsi con gli altri in modo costruttivo e collaborativo.
    Le parole chiave sono state “fiducia” e “autonomia”.
    Mettiamo in scena una serie di prove che ogni allievo deve superare per conquistare il proprio obiettivo.
    Nessuna prova può essere superata senza l’aiuto degli altri…
    In scena: Silvia Di Pietrantonio, Giuseppe Agostini, Emil Rosati, Ada Agostini, Valentina Cittadini, Simona Felicetti, Pietro Mario Alberti, Gaetano Cardinali, Lorena Virgili, Chiara Giovannozzi.
    Regia: Alessandro Marinelli
  • Associazione “Festa della Vita” – Disabili Ascolani Associati
    in collaborazione con la Sottosezione UNITALSI di Ascoli Piceno
    Titolo: “L’Arca della Felicità”
    L’arca della felicità è una breve e simpatica commedia in cui un moderno Noè (Don Peppe) si cimenterà nell’ardua impresa di costruire un’arca per salvare animali e esseri umani dall’imminente diluvio.
    Completata l’opera scoprirà che la crisi ha colpito tutti… proprio tutti!!!
    In scena: Antonelli Luigia, Cardinali Gaetano, Capitani Giuseppe, Clementi Nazzareno, De Carolis Anna Maria, Fabiani Antonio, Ficerai Giovanni, Fioravanti Maristella, Galiè Nazzareno, Sturba Roberto, Traini Luigina, Vannicola Giuseppe, Vittori Giovanni.
    Operatori: Angelini Alice, Carbonari Daniele, Palanca Sara, Romandini Martina, Taffora Federico, Traini Riccardo, Trasatti Luca, Zazzetti Valerio.
  • Centro Diurno “Il Gabbiano blu” di Comunanza
    Asur Marche – Area Vasta 5 – Dipartimento di salute Mentale
    Titolo: “L’amore? Mi piace, mi piace, mi piace!”
    L’amore fa sognare, desiderare… diverte, sconvolge, imbarazza, confonde i pensieri e le parole, ma appassiona sempre!
    Nello spettacolo proposto dai ragazzi del Centro Diurno di Comunanza, attimi di vita e ricordi si rincorrono e si intrecciano tra loro creando forme e stati d’animo sempre diversi.
    In scena: Pietro, Massimo, Eva, Graziano, Luigi, Vittoria, Olivetta, Silvana, Giuseppe, Olga, Adriano, Luca, Gianfranco, Roberta, Stefano, Mariano, Gianluca.
    Ideazione e Regia: Giulia Grilli.
    con la collaborazione delle Educatrici: Rita Iavazzo, Mariangela Sabatini, Valentina De Angelis, Daniela Costantini.
    Supervisione: Dr. Enrico Iommetti.
  • Centro Diurno “Il Sentiero” – Laboratorio “Nuovo Spazio Teatrale”
    Asur Marche – Area Vasta 5 – Dipartimento di salute Mentale
    Titolo: “I sentieri… del cuore”
    Il racconto dei sentimenti e delle emozioni, narrato per quadri scenici, dove i legami e le esperienze personali conducono ad uno sguardo autentico e condiviso nelle relazioni accolte sul palco.
    In scena: Rosanna G., Elena U., Alfredo T., Carlo B., Martino D.A., Antonio F., Ermelindo P., Giancarlo, Mario R., Luciano M.
    Regia
    : Luigi Coccia.
    Animatrice teatrale: Pagnotti Tiziana.
    Supervisore attività espressive: dott. Enrico Iommetti.
  • A.N.F.F.A.S. Onlus – Ascoli Piceno
    Titolo: “Polifemo innamorato”
    La rappresentazione nasce dalla lettura di una satira di Ovidio, tratta da “Le metamorfosi”.
    Si è giocato molto con la fantasia, trasformando i personaggi e rendendoli ancora più bizzarri di quel che sono.
    La storia è quella del ciclope Polifemo, essere mitologico, che nel nostro racconto ha addirittura tre occhi. Egli è innamorato della ninfa Galatea, ragazza civettuola che vive nell’isola insieme alle sue sorelle. Polifemo è disperato, ormai le ha provate tutte e senza successo, ma ecco accendersi una speranza, sull’isola è arrivato Ulisse, il quale decide di aiutarlo. Qualche equivoco e un po’ di confusione portano però ad un finale a sorpresa.
    In scena: Massimo (Polifemo), Lodovina (Galatea), Giuseppe (Ulisse), le educatrici Antonella, Maria, Marta, Daniela (Ninfe), Roberto, Aurelio, Mario, Zè (compagni di Ulisse), Nazzareno (Pietro Torna Indietro).
    Regia: Alice.
    Scenografia: Anna e Alice.
    Musiche: Maurizio e Manlio.
    Sceneggiatura: Gabriella, Rita, Mimma, Alice, Maurizio.

Rispondi