Centro diurno “L’Orto di Paolo”

Print Friendly, PDF & Email

Centro diurno "L'Orto di Paolo"Il Centro Diurno Socio Educativo Riabilitativo “L’orto di Paolo” è una struttura territoriale a ciclo diurno per soggetti con autismo e disturbi pervasivi dello sviluppo o con gravi problemi di comunicazione e cognitivi.
Sul modello della Farm Community, sono condotte attività finalizzate all’acquisizione di competenze per il raggiungimento dei migliori livelli possibili di autonomia personale, di interazione sociale e di inserimento nel mondo dell’occupazione e del lavoro.

Sono garantiti i seguenti servizi:

  • assistenza tutelare;
  • prestazioni sanitarie programmate in relazione alle specifiche esigenze dell’utenza;
  • prestazioni ed attività educative, riabilitative, occupazionali, ludiche e formative;
  • servizio mensa (affidato ad un’azienda esterna tramite servizio catering);
  • servizio trasporto per utenti a frequenza full time.

La struttura è ubicata in un casolare ristrutturato in zona Marino del Tronto di Ascoli Piceno (via dei Meli 199) con annesso terreno coltivabile di circa un ettaro, il tutto gestito dalla Cooperativa Sociale P.A.Ge.F.Ha. Onlus.

La struttura, autorizzata ai sensi della L.R. 20/2002 con atto dirigenziale del Comune di Ascoli Piceno n. 36/2013, prevede l’assistenza ad un numero complessivo massimo di 16 utenti suddivisi in frequenza a tempo pieno o parziale.

REQUISITI
Vengono ammessi al Centro Diurno soggetti in condizione di disabilità con autismo e disturbi pervasivi dello sviluppo o con gravi problemi di comunicazione, che hanno adempiuto l’obbligo scolastico ( in possesso dell’accertamento dell’handicap ai sensi della Legge 104/1992 e s.m.i.).

L’Accesso alla struttura avviene attraverso la preventiva valutazione dell’Unità Multidisciplinare dell’Età Evolutiva o dell’Età Adulta dell’ASUR Marche A.V. n. 5 competente in materia. Successivamente viene elaborato il PEP (Progetto Educativo Personalizzato) che definisce il progetto educativo e le modalità di intervento.

Le dimissioni dal Centro possono avvenire per volontà dell’utente o della famiglia o per morosità prolungata per oltre due mensilità. Le dimissioni per volontà devono essere presentate con preavviso di almeno 15 gg, in mancanza verrà applicata la tariffa per l’intera mensilità.

MODALITA’ DI ACCESSO
La richiesta di accesso al Centro deve essere redatta dal disabile o dalla famiglia/tutore/amministratore di sostegno previo consenso iniziale dell’Unità di Valutazione Multidisciplinare (UMEE e/o UMEA).
La domanda deve essere corredata dei seguenti documenti:

  • Fotocopia della Carta di Identità del richiedente e dell’utente;
  • Certificazione attestante lo stato invalidante;
  • Certificato di residenza;
  • Certificazione medica sullo stato di salute dell’utente circa la possibilità di frequentare una comunità;
  • Regolamento di gestione controfirmato per accettazione.

Devono essere depositati presso il Centro gli indirizzi dei parenti o delle persone di fiducia dell’ospite da reperire con facilità ed urgenza in caso di bisogno.

ATTIVITA’ CONDOTTE
Le strategie di intervento riabilitativo saranno programmate e progettate tenendo conto di bisogni, caratteristiche, abilità e disabilità, ma anche delle propensioni di ciascun ospite predisponendo percorsi individualizzati di inserimento pre-lavorativo (attraverso l’alternanza scuola-lavoro) e lavorativo di tipo agricolo/artigianale.

Ciascuna intera giornata sarà scandita da attività programmate, monitorate quotidianamente e rivalutate di settimana in settimana, con il supporto di un coordinatore psicologo e dando rilevanza alle seguenti azioni:

  • Lavoro nel contesto agricolo (attività fisiche e manuali nell’agricoltura, ortocoltura, giardinaggio);
  • Attività formative-prelavorative e laboratoriali (attività artigianali ed artistiche);
  • Attività cognitive e comunicative (espressione del pensiero attraverso l’utilizzo di segni, immagini e parole);
  • Attività motorie e psicomotorie (percorsi attrezzati, palestra, uscite in piscina);
  • Attività di pet-teraphy (sviluppo delle relazioni e delle responsabilità);
  • Attività di autonomia (acquisizione ed esercizio delle competenze elementari e complesse);
  • Attività del tempo libero (musica, cineforum, passeggiate);
  • Attività sociali (uso dei servizi, interazione con i contesti esterni).

Al fine di rendere edotti gli operatori sulle tipologie di disabilità presenti nel centro, sulle corrette modalità di intervento socio-educativo-riabilitativo e sulle tematiche tecniche delle attività che si intendono svolgere, la Cooperativa Sociale P.A.Ge.F.Ha. onlus pianificherà annualmente gli interventi formativi a favore degli operatori del centro in riferimento alle patologie degli ospiti ed ai laboratori proposti al centro.

GIORNATA TIPO
Il Centro sarà aperto dal Lunedì al Venerdì (festivi esclusi) dalle ore 9.00 alle ore 17.00 per un totale di almeno 48 settimane l’anno.

  • Ore 9.00: Arrivo degli ospiti ed accoglienza
  • Ore 9.30: Laboratori (attività individuali o di gruppo)
  • Ore 12.00: Termine attività e riordino
  • Ore 12.30: Igiene personale e preparazione sala mensa
  • Ore 13.00: Pranzo
  • Ore 14.00: Momento di relax (TV, Musica, Gioco e riposo)
  • Ore 15.00: Laboratori (attività individuali o di gruppo)
  • Ore 16.30: Termine attività e riordino
  • Ore 17.00: Igiene personale, chiusura e rientro a casa

COORDINAMENTO CON LE FAMIGLIE E CON LA RETE DEI SERVIZI
Premesso che la famiglia è una risorsa portatrice di saperi e competenze relazionali significative, il rapporto con essa deve essere improntato dal riconoscimento delle distinte e reciproche responsabilità: nessuna sostituzione da parte del servizio, nessuna delega da parte della famiglia, ma una volontà a partecipare con le proprie competenze alla costruzione di un progetto di vita per gli ospiti.
A tal proposito un rappresentante per ogni ospite sarà membro del comitato di gestione del centro che si riunirà con cadenza mensile, allo scopo di monitorare e supervisionare il lavoro svolto.

La metodologia del Centro è improntata al lavoro di rete con i servizi territoriali, le amministrazioni comunali, le aziende sanitarie e tutte le realtà coinvolte nella costruzione e realizzazione del percorso individuale. L’azione educativa coinvolgerà anche parrocchie, associazioni e volontariato.
Il Centro quindi, quale struttura integrata nel territorio, realizzerà una concreta integrazione sociale di ciascun ospite.

ALLEGATI

INFORMAZIONI
Referenti del Centro: dott.ssa Sabina Giannini – dott. Mirko Loreti

Cooperativa Sociale P.A.Ga.F.Ha. onlus
viale Indipendenza 42 – 63100 Ascoli Piceno
tel. 0736.258491 – fax 0736.497049

“L’Orto di Paolo” su Facebook:
https://www.facebook.com/pages/LOrto-di-Paolo/291160224378413